Un frigorifero per riscaldare: La Pompa di calore

Frigoriferi e pompe di calore lavorano nella stessa maniera, trasferiscono calore da un ambiente freddo a uno caldo, funzionando in modo inverso alle macchine termiche. Entrambi si alimentano ad energia elettrica.

Il frigorifero raffredda gli alimenti e nello stesso tempo riscalda la cucina. Maggiore è la quantità di calore rimosso, migliore è l'efficienza del frigorifero.


La Pompa di calore ha lo stesso principio di funzionamento del frigorifero, con i serbatoi invertiti, poiché l'obiettivo è quello di riscaldare invece di raffreddare un locale.



Le pompe di calore sono macchinari in grado di trasferire energia termica (calore) da un ambiente più freddo ad uno più caldo. Questa soluzione di risparmio energetico opera sottraendo calore dall’ambiente esterno, per fornirlo agli spazi interni, mantenendoli al caldo. La pompa di calore si alimenta a energia elettrica oppure gas metano, a seconda della tecnologia impiegata. L’energia consumata da questo sistema è inferiore a quella impiegata dei riscaldamento tradizionali.


Come Funziona la Pompa di Calore?

Una pompa di calore estrae il calore da una fonte naturale (aria, acqua o terra) e lo trasporta dentro l'edificio alla temperatura idonea. Alcuni di questi apparecchi sono reversibili e permettono sia di riscaldare gli ambienti che di raffreddarli, quindi possono essere utilizzati durante tutto l’anno.



La Pompa di calore è considerata sostenibile?

Se il calore catturato da una pompa di calore eccede in maniera significativa rispetto all’energia necessaria al suo funzionamento, esso è considerato rinnovabile.


Vantaggi e Svantaggi delle Pompe di Calore

Le pompe di calore posso portare vantaggi importanti, quali:

  • Stesso calore di una caldaia tradizionale, consumando la metà del combustibile

  • Il risparmio aumenta se viene utilizzata anche per il raffrescamento ambienti

  • Riduzione delle emissioni nocive nell’ambiente

  • Agevolazioni statali per l'investimento


Tipologie di Pompe di Calore elettrica

Esistono diversi tipi di pompe di calore, categorizzabili in base alla fonte di calore: dall’aria, dall’acqua o dal terreno. Si distinguono anche in base all'alimentazione: elettricità o gas.


Pompe di Calore Aria - Aria e Aria - Acqua

Quelle ad aria-aria e aria-acqua sono le tipologie più semplici, ma non sono le più efficienti. Le loro prestazioni dipendono dalla temperatura dell'aria esterna: se la temperatura scende sotto i 5-7 °C, le prestazioni dell’impianto calano e i consumi aumentano, quindi non sono particolarmente adatte alle regioni fredde.

Il grande vantaggio di questa tipologia di pompe di calore è che l'aria è una sorgente disponibile ovunque e l'installazione di questi impianti è molto semplice.


Pompe di Calore Acqua - Acqua

Gli impianti acqua-acqua sfruttano l'acqua di falda, prelevano calore da una sorgente a temperatura stabile. Sono molto efficienti ma il costo per la loro installazione è molto alto, poiché prevista la costruzione di un pozzo con un sistema di aspirazione.


Pompe di Calore Geotermiche

Le pompe geotermiche sfruttano il calore sempre presente nel terreno. si installa una sonda geotermica verticale ad una profondità di oltre 10 metri per catturare il calore, dove la temperatura è relativamente elevata e costante durante tutto l'anno, anche in inverno.


Chi decide di installare un impianto di questo tipo, può scegliere di utilizzarlo come unico generatore di calore, oppure associarlo ad un impianto esistente. Le pompe elettriche possono essere abbinate ad impianto di produzione da energia rinnovabile, con un impianto solare o eolico, per aumentare la produzione di energie da fonti rinnovabili.


Quanto si Risparmia con le Pompe di Calore?

L'efficienza energetica di questi dispositivi permette un risparmio in bolletta dal 40% al 70%. Inoltre sono previsti degli incentivi statali vantaggiosi, per l’installazione di questi impianti.