Superbonus dal 110% al 90%: in arrivo il DL dal Governo

Le novità sul Superbonus sono state presentate nella bozza del DL Aiuti-quater esaminata dal CdM, entreranno in vigore immediatamente dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.



















Il Superbonus scende da quota 110% a 90% per:

  • Condomini ed edifici plurifamiliari

  • Abitazioni unifamiliari: a cui viene concessa una nuova finestra temporale per gli interventi, a condizione che l’immobile sia adibita ad abitazione principale e che il reddito del contribuente non sia superiore ai 15.000 Euro.

Per chi presenta la CILAS (documento d’inizio lavori) prima dell’entrata in vigore della nuova legge, 25 Novembre 2022, avrà ancora diritto alla detrazione del 110% anche per il prossimo anno.

Nuova Bozza Superbonus: Quali sono le novità?



Superbonus al 90%: Condomini ed edifici plurifamiliari nel 2023

Per i condomini da 2 a 4 unità l’abbassamento della detrazione è previsto dal 110% al 90% per il 2023. Questa norma anticipa di un’anno la scadenza del 110%.


Unifamiliari: Nuovi interventi e già avviati

Per le villette unifamiliari la situazione è più complessa. Il Governo interviene su due fronti:

  1. Nuova finestra temporale per gli interventi a partire dal 2023

  2. Interventi già avviati


1. Per gli interventi a partire dal 2023 la detrazione si abbassa al 90%, a condizione che:

  • L’immobile sia abitazione principale.

  • Il reddito di riferimento del contribuente non sia superiore ai 15.000 euro.

2. Per quanto riguarda gli interventi già avviati, che hanno raggiunto il 30% nei tempi previsti, il Governo offre la possibilità di portare in detrazione al 110% le spese sostenute entro il 31 marzo 2023.



Per coloro che presenteranno il documento d’inizio lavori, CILAS , entro il 25 Novembre 2022 sarà garantita la detrazione del 110%.