top of page

Natale 2022: regalati il Risparmio Energetico

Esistono diverse soluzioni per migliorare l’efficientamento energetico della propria abitazione. Si può intervenire direttamente sulla struttura dell’edificio, per contenere l’energia termica in casa, oppure si possono sostituire i vecchi impianti energetici, spesso energivori e poco efficienti.


I progetti per migliorare l’efficientamento energetico di un edificio hanno l’obiettivo di ridurre il consumo energetico, mantenendo o aumentando il comfort abitativo. Le operazioni di riqualificazione energetica di uno stabile ottimizzano il rapporto tra fabbisogno energetico e benessere abitativo, diminuendo le emissioni di Co2 nell’ambiente .


Grazie ad una serie di interventi edili è possibile contenere il calore in casa e ridurre le dispersioni, diminuendo la richiesta energetica, di conseguenza si ridurranno anche le bollette. Se il problema non riguarda l’isolamento termico, bisogna indagare sull’efficienza del proprio impianto di riscaldamento e valutare di sostituire il vecchio generatore di calore con un sistema innovativo a basso consumo, oppure optare per l’indipendenza energetica, installando un impianto alimentato da fonti rinnovabili per generare calore ed elettricità.


Interventi di efficientamento energetico

Gli interventi di efficientamento energetico si possono suddividere in due categorie:

  1. Sostituzione degli impianti: vengono sostituiti i vecchi impianti con generatori energetici a basso consumo o rinnovabili, come la pompa di calore, l’impianto geotermico, l’impianto solare termico o l’impianto solare fotovoltaico.

  2. Interventi sull’involucro e copertura: interventi mirati per migliorare l’isolamento termico dell’edificio, in modo da contenere più a lungo il calore generato, ciò consente di diminuire la richiesta di energia. Alcuni di questi interventi sono la sostituzione dei serramenti, cappotto sull’involucro edilizio, insufflaggio, coibentazione del tetto e coibentazione del pilotis.


Sostituzione impianti

I principali interventi di efficientamento per ridurre i consumi energetici di un’abitazione sono diversi:

  1. Pannelli solari termici per Energia Termica: disposto sui tetti degli edifici, questo tipo d’impianto cattura la luce del sole e la utilizza per alimentare le caldaie e scaldare l’acqua. La radiazione solare riscalda il fluido termoconvettore che circola all’interno dei pannelli, questo trasferisce il calore assorbito al serbatoio di accumulo d’acqua calda. L’acqua calda prodotta può essere utilizzata direttamente o può essere inviata ad una caldaia per scaldare casa.

  2. Pannelli solari fotovoltaici per Energia Elettrica e Termica: cattura le radiazioni solari e le trasforma in elettricità direttamente e senza l’utilizzo di alcun combustibile. I moduli fotovoltaici producono energia elettrica che alimenta elettrodomestici; quindi, anche i condizionatori che scaldano e raffreddano casa e l’acqua sanitaria. Spesso questo tipo di impianto è integrato ad altri sistemi, come la Pompa di calore, la quale è alimentata ad energia elettrica, per una vera e propria indipendenza energetica.

  3. Pompa di calore per Energia Termica: utilizza l’energia termica proveniente da fonti rinnovabili come l’aria, l’acqua e il sottosuolo, per il riscaldamento e il raffrescamento, oltre alla produzione di acqua calda sanitaria. La pompa di calore rende possibile produrre calore senza utilizzare combustibili fossili, sfruttando fonti di energia totalmente rinnovabili e gratuite. Inoltre la pompa di calore crea una temperatura costante e ben distribuita in tutti i locali della casa.

  4. Impianto geotermico per Energia Termica: un impianto di geotermia domestica è composto da:

    • Sonde geotermiche: riempite di un fluido termovettore, hanno il compito di assorbire il calore del sottosuolo.

    • Pompa di calore: il generatore che trasforma il calore estratto dalle sonde, per renderlo sfruttabile dall’impianto di distribuzione;

    • Impianto di distribuzione del riscaldamento: perché il sistema possa sfruttare al massimo l’energia geotermica, riducendo al minimo gli apporti di energia elettrica, è consigliabile adottare un sistema a pannelli radianti, che utilizzano acqua a temperatura più bassa, invece dei normali termosifoni.


Interventi sull’involucro e copertura

  1. Capotto termico: un rivestimento termico per la casa, costituito da uno strato di materiale isolante, consente di isolare completamente l’edificio e ridurre la necessità di nuova energia termica. ll materiale isolante, generalmente lana di roccia o eps, evita le dispersioni di calore, sia dalle pareti dell’edificio che dai ponti termici. L’isolamento termico a cappotto eleva il grado dell’isolamento acustico dell’edificio, garantendo una vivibilità degli ambienti domestici decisamente migliore. Oltre a ridurre i consumi, il sistema a cappotto aumenta il comfort abitativo ed eleva la classe energetica dell’abitazione, migliorandone il valore sul mercato.

  2. Coibentazione della copertura: il tetto è la zona più esposta alle escursioni termiche, grazie all’ isolamento termico della copertura si potrà ottenere una maggiore protezione dalle escursioni termiche e un consumo minore di energia, di conseguenza un netto risparmio energetico per la casa. Combinata ad una copertura di qualità ed un cappotto dell’involucro, la casa potrà godere di un comfort abitativo massimo ed un consumo energetico minimo.

  3. Sostituzione dei serramenti: la sostituzione dei vecchi serramenti con degli infissi all’avanguardia è fondamentale per ridurre le dispersioni termiche e mantenere un microclima costante nei locali dell’abitazione. I serramenti di ultima generazione sono in grado di tenere fuori dall’edificio sia il freddo che il caldo, e abbinati a vetri di qualità garantiscono un alto coefficiente fono-isolante. Grazie all’installazione di infissi isolati si possono ottenere livelli ottimali di isolamento termico e acustico, evitando dispendi energetici e la conseguente riduzione dei consumi sul riscaldamento e di energia elettrica. Per ottenere massime prestazione energetiche dalla sostituzione dei serramenti bisogna combinare materiali efficienti con vetri di alta qualità.

  4. Tende solari: l'installazione delle tende solari consente di limitare la perdita di calore dovuta ai ponti termici e proteggono l’abitazione dai raggi solari, diminuendo fino al 50% il consumo di energia per l’utilizzo dei climatizzatori in ogni stagione. L’installazione di una tenda da sole genera un risparmio energetico notevole e protegge dai raggi uv, dal calore, proteggendo anche l’intonaco e la facciata dell’edifico, diminuendo la necessità di fare manutenzione.


Esistono diverse tipologie di pannelli isolanti, sistemi di coibentazione, impianti efficienti; non è sufficiente scegliere nella lista un sostituto o una soluzione che sembra più vantaggiosa delle altre. Solo analizzando le problematiche di un edificio è possibile progettare la soluzione ottimale e personalizzata per aumentarne l’efficienza energetica e il benessere abitativo. Contattaci, progettiamo la soluzione energetica migliore per le tue esigenze!


Comentários


bottom of page